fbpx

Archicad: come creare una mesh dai dati di rilievo.

ELENCO CONTENUTI

72 / 100

Il processo in 8 passi per creare una mesh dai dati di rilievo, utilizzando solo strumenti interni di Archicad.

In questi giorni ho dovuto ricostruire dei piani quotati utilizzando rilievi eseguiti con la strumentazione topografica quali stazione totale e gps. 

Il lavoro riguarda la riqualificazione di aree pubbliche urbane situate nel mio territorio comunale, come una piazza, un parcheggio e un percorso pedonale.

Sicuramente ti sarà capitato anche a te di ricevere il rilievo in alcuni formati non adatti o non compatibili con il tuo programma e quindi trovarti a ricostruire in maniera manuale il rilievo con la conseguenza di un maggior carico di lavoro e di ore in più.

Questo potrebbe essere un problema soprattutto quando si tratta di lavorare in rilievi abbastanza grandi da diverse migliaia di punti battuti. 

Per questo ho pensato di condividere il mio flusso di lavoro che mi ha permesso di elaborare rapidamente e in automatico i dati di rilievo all’interno di Archicad.

Segui fino in fondo questo articolo è imparerai a realizzare automaticamente una mesh dai dati di rilievo utilizzando solamente Archicad e l’ausilio di un addon interno (Addon Terreno) sviluppato da Graphisoft.

Non dovrai usare altri strumenti o programmi esterni è proprio per questo penso sia il metodo più semplice che puoi adottare per realizzare velocemente una mesh reale all’interno di archicad.

Ci sono sicuramente altri metodi e programmi esterni che puoi utilizzare e se utilizzi archicad da tempo ricorderai sicuramente il plugin Architerra di Archisuite che ho utilizzato fino alla versione Archicad 20, uno strumento ancora valido sviluppato dalla Cigraph ed è aggiornato alla nuova versione ArchiSuitePlus.

Un esempio di utilizzo del plugin Architerra puoi vederlo in questo video-tutorial che ho realizzato tempo fa in cui ti parlo di come creare velocemente un modello 3D di una reale porzione di terreno senza avere i dati di rilievo e da poter utilizzare da contesto in una fase iniziale per una progettazione architettonica.

Torniamo a noi, e iniziamo subito con il primo passo di questa guida: installare l’addon Terreno di graphisoft.

Il modo migliore per apprendere è fare della pratica.

Per questo ho pensato di condividere il materiale di questo tutorial in moda da fare allo stesso tempo pratica su quello che stai apprendendo.

Da qui puoi scaricare il materiale.

Sei pronto? Iniziamo!

Passo 1: Installazione addon Terreno e impostazioni di base archicad.

Primo passo andiamo a scaricare l’addon Terreno >> clicca qui.

Una volta scaricato copiate l’add-on nella cartella Add-Ons di ARCHICAD (applicazioni > ARCHICAD … > Add-Ons).

Avviate ARCHICAD.

Troverai in alto una nuova barra strumenti “ARCHICLUB” con elencato tutti gli addons che hai installato, in questo caso utilizziamo lo strumento “Terreno”.


Addon Terreno Archiclub
Addon Terreno nella sezione Archiclub

Con questo addon Archicad, possiamo semplificare e velocizzare lo strumento Terreno di Archicad attraverso nuove funzionalità come:

• Creazione semplificata di lavori di scavo  

• Controllo parametrico delle pendenze delle scarpate  

• Controllo parametrico di livellamenti multipli  

• Facile progettazione e calcolo dei volumi di movimento terra per Scavo e  Riporto inclusa la definizione di uno strato superiore superficiale  

• Creazione automatica delle curve di livello e loro controllo parametrico  

• Visualizzazione grafica degli scavi in 2D e in 3D.  

Utilizzeremo questo addon in particolar modo per creare in automatico le curve di livello che ti mostrerò più avanti in questa guida.

Passo 2: Quali dati e formati utilizzare per generare la mesh.

Per poter creare la mesh abbiamo bisogno del seguenti file:

1- rilievo in dxf o dwg, “lucidare” ovvero rimontare il rilievo topografico, dove uniremo con semplici linee 2d i vari punti che abbiamo battuto.

“Consiglio”

Ricostruire il rilievo eseguito il prima possibile o nel giorno successivo, in questo modo riusciamo a ricordare particolari punti battuti o situazioni che non ricorderemo nei successivi giorni.

Il rilievo è preferibile lucidarlo all’interno di un foglio di lavoro, in modo da mantenere l’ambiente di lavoro pulito e pronto per creare la nostra mesh tridimensionale.

2- Txt, utilizzeremo questo formato per creare la mesh tridimensionale all’interno di archicad con il comando posiziona mesh da dati rilievo.

Passo 3: Come deve essere strutturato il file txt e quali modifiche dobbiamo fare prima di importarlo in archicad.

Formati da utilizzare txt e xyz.

Il file che deve contenere i dati del rilievo può essere un formato txt oppure xyz, l’importante è che ad ogni riga devono esserci tre dati separati da un punto e virgola o uno spazio. Si possono usare anche virgole o punti, l’importante è che lo stesso carattere non sia usato anche come delimitatore dei decimali dei dati.

Il formato che preferisco.

In questo caso preferisco utilizzare il formato txt, ma prima d’importarlo in archicad dobbiamo essere sicuri che il file sia formattato nella maniera corretta come appena descritto.

Nella maggior parte dei casi il file scaricato direttamente dallo strumento non sarà formattato e nel prossimo capitolo vedremo quale programma gratuito utilizzo e come modificare il documento txt di rilievo.

tabulazione del file txt

Passo 4: Formattazione del documento su Google Sheets

Per modificare il documento txt puoi utilizzare Microsoft Excel o Google Sheets programma gratuito di google che utilizzeremo in questa guida.

Step 1: Apriamo un nuovo foglio di lavoro su Google Sheets e andiamo ad importare il file txt dei dati di rilievo.

Foglio di lavoro su google sheets

Step 2: Importato il file andiamo a selezionare le seguenti impostazioni: sostituisci foglio di lavoro > Tipo di separatore: rileva automaticamente > No convertire il testo in numeri, date e formule.

Importazione del file txt

Step 3: Dopo aver importato il file txt possiamo vedere i dati delle coordinate x,y,z di rilievo separati per colonne. Andiamo ad eliminare la prima colonna, relativa ai nomi dei punti battuti, in modo da lasciare solamente le tre colonne relative alle coordinate x-y-z.

Step 4: Andiamo a salvare il documento con i valori tabulati, File > Scarica > Valori delimitati da tabulazioni;

Salvataggio file tabulato

Step 5: Una volta scaricato il file dobbiamo rinominare l’estensione da tsv > txt .

Rinominare l’estensione finale in txt

Abbiamo terminato la formattazione del documento in modo da riuscire successivamente a creare la nostra mesh all’interno di Archicad.

Passo 5: Creazione della mesh in Archicad dai dati di rilievo;

Dati di rilievo (.xyz)

Importiamo in ARCHICAD il file di testo xyz che abbiamo formattato, così da creare una Mesh automaticamente.

  1. Fai clic su Archivio > Interoperabilità > Posiziona Mesh da Dati Rilievo.
  2. Nella finestra di dialogo della cartella che viene visualizzata, selezionare il file .txt o .xyz contenente i dati voluti.
  3. Viene visualizzata la finestra di dialogo Posiziona mesh da Dati di rilievo:

PlaceMesh.png

Unità di rilievo: immettere l’unità di misura per i dati di rilievo.

Posizionamento:

Definisci graficamente: la Mesh può essere posizionata facendo clic con il mouse sul punto voluto.

Usa coordinate del file di dati: la nuova Mesh verrà posizionata secondo il punto zero definito nel file dei dati del rilievo.

In questo caso è possibile opzionalmente applicare il comando Autoscala la nuova Mesh non appena la si posiziona.

Lo Zero di Progetto dista dal livello del mare di: immettere l’altitudine dello Zero di Progetto rispetto al livello del mare (usando l’Unità di rilievo definita in precedenza). ARCHICAD terrà conto di questo nel convertire i valori z dei dati del file dei dati di rilievo in una Mesh.

Questo è il risultato ottenuto:

Mesh generata automaticamente

Passo 6: Dare la giusta forma alla mesh, inserendo vincoli tra i punti.

La mesh generata automaticamente ha convertito correttamente i valori x-y-z del file, ma come puoi vedere dall’immagine soprastante, ogni singolo punto è libero e non sono collegati tra di loro, generando delle triangolazioni e di conseguenza in alcuni punti una geometria non corretta.

In questa fase andiamo ad inserire alcuni vincoli sulla geometria della mesh, semplicemente unendo e tracciando alcune delimitazioni tra i punti battuti, in modo da definire e distinguere le zone di rilievo come ad es. la strada rispetto ad un’area verde.

Per fare questo dobbiamo utilizzare il nostro rilievo 2d, che abbiamo precedentemente lucidato su un foglio di lavoro e lo impostiamo come sottolucido di riferimento.

Rilievo 2d su nuovo foglio di lavoro

1.Fare clic su Finestre > Palette > Sottolucido e riferimento.

2.Attiviamo Il sottolucido sulla palette in modo da visualizzare il nostro rilievo 2d.

Attivare Sottolucido e Riferimento

3.Sovrapponiamo il sottolucido di riferimento (rilievo 2d) con la mesh 3d:

Sovrapposizione sottolucido su mesh 3d

4.Nascondiamo le triangolazioni della mesh in modo da visualizzare meglio il rilievo 2d sovrapposto, basta andare sulle impostazioni della mesh e nel riquadro contorni >selezione spigolo > attiviamo mostra gli spigoli definiti dall’utente.

Mostra gli spigoli definiti dall’Utente

5. In questa ultima fase andiamo ad unire i punti battuti semplicemente ripassando le linee di contorno come da rilievo 2d, basta selezionare la mesh 3d e con lo strumento mesh attivo procedere con il ripasso lungo le linee di demarcazione.

Inserimento vincoli tra i punti della mesh

Abbiamo finito e generato correttamente la geometria della mesh 3d, come puoi vedere nell’immagine sottostante:

Geometria corretta della mesh in archicad

Passo 7: Creazione automatica delle curve di livello e loro controllo parametrico.

Impostazioni del Terreno.

In questa fase andiamo a realizzare le curve di livello utilizzando l’addon Terreno che abbiamo precedentemente installato in Archicad.

Sebbene la barra degli strumenti del Terreno include 8 strumenti, in questa guida andiamo a utilizzare solamente le impostazioni del Terreno per realizzare le curve di livello in modo automatico.

Impostazioni del Terreno

Dalla raccolta degli strumenti di ARCHICLUB che hai installato su Archicad, attiviamo lo strumento Terreno, vedrai comparire una nuova barra strumenti come mostrato nell’immagine soprastante.

Creazione delle curve di livello.

Arrivati a questo punto ti basterà selezionare la tua mesh e attivare il comando impostazioni del Terreno, nella sezione Curve di Livello attiva “Mostra Curve di Livello”, da qui puoi anche controllare la definizione, l’aspetto e il calcolo delle curve di livello sul terreno.

Barra degli strumenti per generare le curve di livello

Definite le varie impostazioni concludi con il tasto Ok ed in automatico si generano le curve di livello che puoi visualizzare sia in pianta che nella vista 3D.

Generazione delle curve di livello

Passo 8: Inserire le quote altimetriche assolute o relative.

Quote altimetriche dal rilievo dwg.

In questa fase possiamo decidere se lasciare le quote altimetriche derivate dal rilievo stesso, quindi ti basterà recuperare i punti battuti con le relative quote di testo che abbiamo importato insieme al rilievo 2d all’interno del foglio di lavoro.

Ti basterà attraverso il comando “trova e seleziona”, selezionare i punti battuti e le quote di testo che si trovano sul foglio di lavoro e copiare ed incollare direttamente sul livello di piano dove si trova la mesh.

In questo modo però ti troverai delle quote statiche e quindi non sono associate alla mesh che abbiamo creato.

Lo strumento quota altimetrica.

Secondo metodo che preferisco è usare lo strumento “quota altimetrica”, in questo modo le quote che andiamo a inserire sono associate alla mesh dove è in grado “di leggere” in automatico la quota altimetrica del terreno.

Quota altimetrica con il valore altitudine rispetto al livello del mare.

Andiamo a selezionare lo strumento “quota altimetrica” ed inseriamo manualmente i punti quotati all’interno della mesh.

In questo modo visualizzeremo le quote relative, riferite all’altezza della mesh rispetto alla quota zero di progetto.

Ma nel caso volessimo avere delle quote altimetriche rispetto al livello del mare, dobbiamo per forza utilizzare un testo personale per quanto riguarda il valore della quota.

Per poterlo fare a tutte le quote inserite all’interno del progetto bisogna seguire i seguenti punti:

  1. Selezionare tutte le quote altimetriche, con lo strumento attivo su Edita > Seleziona tutte le quote altimetriche.
  2. Una volta selezionato tutte le quote, andiamo a fare un doppio click sullo strumento testo che troviamo sulla barra degli strumenti. questo ci permetterà di modificare il testo della quotatura.
  3. All’interno delle Impostazioni Testo Quotatura abbiamo la possibilità di inserire un testo personale,  nel nostro caso andiamo su > Inserisci Testo Automatico > a livello del mare.

Abbiamo inserito le quote assolute riferite al livello del mare.

Nel caso tu non avessi ancora impostato l’altitudine del mare ti basterà inserire il valore all’interno di Opzioni > Preferenze Progetto > Posizione Progetto.

Abbiamo terminato questo tutorial, fammi sapere se ti è stato utile e se anche tu utilizzi lo stesso processo di lavoro.

Per seguire meglio questo tutorial ti suggerisco di guardare anche il video che ho realizzato sul mio canale YouTube.

Di seguito ti elenco alcuni video che ho trovato in rete su come realizzare una mesh realistica in Archicad utilizzando altri metodi e programmi, penso ti possano essere utili:

  1. Come realizzare una mesh con curve di livello tramite l’utilizzo di google earth e globalmapper; 
  2. Come generare un terreno in Archicad con le curve di livello 
  3. 5 modi migliori per modellare le strade in archicad 
  4. Miniserie in 10 parti di CONTRABIM su lavori di terra e scavi! 
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest

Chi sono

Sono Geometra,
Bim Specialist, autore di Bim Solution.
Attraverso il Bim guido le aziende e studi di architettura a migliorare i loro progetti architettonici e i loro processi con l’ausilio della modellazione 3d, dei dati e del pensiero laterale.

Puoi seguirmi qui

Ultimi post

Servizio online

Bim Solution

Il primo servizio online dedicato alla progettazione architettonica 3D

Come funziona

Il tuo progetto in 4 semplici passi
Clicca qui

La mia intervista

su LucaManelli.com

Modellazione BIM con Archicad

Racconto il mio lavoro con Archicad
Clicca qui
logo bianco ImparaBIM

Sei un operatore Bim e utilizzi Archicad?

Ho una notizia per te!